TOTO’ OLTRE LA MASCHERA

Giovedì 23 novembre, ore 21.15

ALESSANDRO PREZIOSI

Recital omaggio ad Antonio De Curtis a 50 anni dalla morte

chitarra live Daniele Bonaviri

preziosiIl 15 aprile 1967 scompariva un attore senza eguali, capace di dare voce con la sua straordinaria  ” rivoluzione del linguaggio” , con le sue smorfie e i suoi lazzi verbali allʼItalia del Dopoguerra. A cinquant’anni dalla sua morte Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfiro – genito Gagliardi de Curtis di Bisanzio, più romanticamente Totò, non ha mai smesso di farci sentire la sua presenza. Non lo ha fatto la sua maschera, emblema sorridente e triste del sottoproletariato urbano in un’Italia schiacciata ma viva, e non lo ha fatto l’uomo, nostalgico e fragile, che con quella maschera sembrava avere poco o niente a che fare. La lettura  tra lettere, interviste, frammenti, musica e poesia ripercorre la carriera dell’attore partendo idealmente dal suo rapporto con il teatro, che con apparente paradosso  meglio di altro può servire come chiave per mettere a nudo l’uomo oltre la maschera dell’interprete.
Perché sono esistiti un Totò e un Antonio De Curtis. E per entrambi non si può che avere, parafrasando una sua canzone, “soltanto una parola: amore e niente più”.